Perché

Non amo le crasi, ma trovo che ‘blodico’ sia il nome che più si avvicina a quello che avevo in mente.

Vita a due ruote, infatti, lo considero per metà blog, giornalistico, ovvio, e per metà periodico. Blog perché da un lato avvertivo l’urgenza di riversare in pagina riflessioni personali sulla mia vita a due ruote, ma senza il rispetto matto e disperato delle regole che disciplinano (a ragione) il giornalismo scritto. D’altra parte, però, come giornalista professionista (freelance e redattore) ho sfacchinato per oltre 25 anni e l’idea di poter ‘giochicchiare’ con un contenuto da pubblicare in modalità ‘periodico’, dunque senza lo stress di inseguire il ‘caldo’ dell’attualità stringente… beh… l’ho sempre trovata affascinante e non intendevo rinunciarvi.

L’idea del blodico nasce dunque senza alcuna verità in tasca e, soprattutto, davvero con la mano sinistra.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com