Marco Scarponi (Fondazione Michele Scarponi) dà scacco matto in tre mosse. Nel rotocalco in streaming Opinioni Incluse assieme a lui il Direttore responsabile di Bikeitalia.it, Manuel Massimo, e Marco Cavorso, delegato sicurezza Accpi (Associazione Ciclisti Corridori Italiani) nonché papà del piccolo Tommaso, anche lui assieme a Michele Scarponi vittima della strada. Con il direttore di Bikeitalia abbiamo analizzato la responsabilità dei media italiani nel riportare i casi di cronaca è coinvolta l’utenza fragile. alcuni titoli e il caso Ronaldo, sbeffeggiato perché pedalava su una ebike.

 

Sicurezza stradale, Marco Scarponi dà scacco matto in tre mosse: controlli, educazione e ‘correggere’ le infrastrutture. Il tema di Opinioni Incluse è di quelli tosti e le testimonianze degli ospiti in collegamento lo sono ancora di più: Oltre al referente della Fondazione Michele Scarponi, nata 5 anni fa ‘nel nome’ del ciclista Michele, in collegamento Manuel Massimo, Direttore responsabile di Bikeitalia.it, e Marco Cavorso, delegato sicurezza Accpi e papà di Tommaso, giovane ciclista anche lui vittima della strada.

La puntata

Con Manuel Massimo partiamo dai flash mob di questi giorni a Roma, con alcuni attivisti di Ultima Generazione che hanno bloccato per ben per due volte il Grande Raccordo Anulare sollevando un problema grande così: come mai si è arrivati a questo? Siamo al punto di non ritorno?

E questo, consentitemi, è stato solo l’inizio. Vi suggerisco di ascoltare con molta attenzione le testimonianze da brivido di questi professionisti: i due ‘Marchi di qualità’ (Marco Scarponi e Marco Cavorso), così li ho voluti presentare, hanno quindi ricordato le loro storie personali e il perché lottano ogni giorno contro ogni forma di violenza stradale.

L’uno con la Fondazione Michele Scarponi, che tra l’altro il prossimo 25 settembre a Filottràno (accento rigorosamente sulla ‘a’!) darà vita a Strade Imbrecciate, in memoria del fratello Michele. L’altro, invece, determinato più che mai a tappezzare le strade (spesso assieme all’ultracycling Paola Gianotti, ndb) di cartelli che ricordano a tutti di rispettare il metro e mezzo di distanza laterale dai ciclisti.

Marco Cavorso

Per quel poco che vale, sono stato orgoglioso di aver avuto ospiti così e collegati tutti insieme.

Vitadueruote è un blog giornalistico indipendente e totalmente autofinanziato. Questo consente di esercitare il diritto insopprimibile di critica pur rispettando – sempre – la verità sostanziale dei fatti.  Mi aiuti a sostenere il progetto con una semplice donazione? Sostieni Vita e potrai accedere anche come lettore partecipato proponendo contenuti, segnalando post o eventi. Cresciamo insieme?

 

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.