Bici in regalo a Natale, Decathlon e l’officina sempre aperta

Nonostante tutto cercate una bici in regalo a Natale perché comunque qualcosa di importante ve la meritate, eh? Sì, purtroppo la pandemia che non molla, il lavoro che invece molla e magari in famiglia si litiga pure sul piatto da mettere a tavola? Allora concedetevi una breve pausa, rilassatevi un momento e date un’occhiata a quello che potete trovare in giro: tanto in negozio quanto su ordinazione.

Più che altro sui modelli, sulle idee regalo a Natale per i ciclisti che potete prendere in considerazione. Vi sentite urban e non osereste mai uscire dal seminato (o, peggio, avventurarvi lungo il Grande Raccordo Anulare o una Tangenziale?) Avete l’imbarazzo della scelta e se il vostro budget ma anche il vostro modo di pensare non è standardizzato, legato a un solo marchio, allora potete davvero sbizzarrirvi. Perlomeno con la fantasia.

Prendete Decathlon e i suoi modelli: ce ne sono davvero per tutti i gusti. Ad esempio le bici da bambino (fascia 4-6 anni): solo in un negozio Decathlon a Roma ci sono attualmente disponibili almeno 4 modelli, con prezzi che oscillano tra gli 89 e i 110 euro. Per i più grandi, invece, le biciclette a pedalata assistita sono rappresentati dai modelli Rockrider ed Elops, che vanno dai mille ai 1.200 euro, oppure dal modello Vivobike a 800 euro. E per le mountain bike troviamo l’intramontabile Riverside, con la muscolare classica a 139 euro e le altre sempre tra i mille e 1400 euro. Occhio infine alle Gravel, nei modelli Triban e Van Rysel. Entrate, provate oppure, se le avete già conosciute, clikkate e ritirate in negozio.

Dici ma perché Decathlon? Sei fissato? Non in particolare, però tanti anni fa fui conquistato dalla praticità della Riverside muscolare (allora, nei primi anni Duemila, il concetto di ebike ancora non era presente come oggi, ndb e da allora ho visto che il concept è stato portato avanti con successo. Inoltre, particolare che mi ha sempre affascinato, la stessa Decathlon ha un’officina in negozio sempre aperta, soprattutto di sabato e domenica. Un particolare tutt’altro che secondario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.