Percorsi in bicicletta ed enoteche, è caccia al tartufo e al buon vino

Percorsi in bicicletta ed enoteche, pedalare a caccia del tartufo e del buon vino è un’esperienza tutta italiana. Succede a l’Enoteca Regionale del Roero a Canale, nel cuneese, dove è stato appena lanciato un percorso cicloturistico che solo a leggerlo ti fa accapponare la pelle e stuzzica i nostri palati. Signori in carrozza!!!! Anzi: in collina!!! Un percorso ad anello di 41 chilometri (con partenza e arrivo da Canale) che accompagnerà i turisti cantine storiche e castelli. L’occasione è la tappa del 104° Giro d’Italia, che si effettua proprio a Canale.

Se Roma ha il suo arcinoto Triangolo delle Bevute (zona del centro storico compresa tra Piazza Navona, Campo dé Fiori e Santa Maria della Pace, ndb) in questo Comune piemontese da non più di 5mila anime si pedala tra enoteche e produttori, anche se il clou è racchiuso dall’esperienza sensoriale lungo, appunto, le famose colline del Roero, Patrimono Mondiale dell’Unesco.

Il Gruppo in attesa che del passaggio del Giro d’Italia. Si ringrazia l’Enoteca regionale del Roero

Breve cenno del percorso: una volta partiti da Canale si va verso Govone, a caccia del Castello Reale, quindi si pedala in direzione Priocca e del Museo Mondodelvino, poi seguono Magliano Alfieri, Guarene, Vezza d’Alba, per poi tornare a Canale. Paesaggi tratteggiati con il pennello, come si può notare dalla foto (assai più vicina a un acquerello) di Sergio Casetta.

Per partecipare al tour del cicloturismo in Piemonte ci si deve prenotare all’Enoteca Regionale del Roero, inviando una mail a info@enotecadelroero.it. Intanto date un’occhiata al percorso qui su Bikesquare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.